Enzo Bonvetre Traduttore

Enzo Bonvetre Traduttore

Enzo Bonventre – Poeta e Traduttore

 

Nato a I raparti nel 1944, Enzo Bonventre un ottimo poeta ed un traduttore conosciuto anche all’estero. E presente in varie antologie poetiche dell’Antigruppo 73 e dell’Antigruppo 75. Nel 1988 ha pubblicato la silloge Okusiksak c nel 1989 ha pubblicato la traduzione di Benedizioni Comuni del poeta americano Arthur L. Clements. Come traduttore si è concentrato maggiormente sulla poesia scozzese e su quella americana ed ha pubblicato varie traduzioni nel settimanale Trapani Nuova. Inoltre ha collaborato a numerose rassegne di cultura. Sue poesie sono state tradotte in spagnolo, rumeno, inglese e greco.

Recentemente ci è pervenuto il libro, in formato piccolo. Due poeti americani (Nat Scammacca e Stanley H. Barkan), cura e traduzione di Enzo Bonventre (Casa Editrice II Salice, Potenza 1994). Le sue traduzioni vanno al di là della lettera e delle parole, poiché ricreano la poesia in modo originale senza allontanarsi affatto dal testo originale. Eccone un esempio: “Mia nipote dalle guance di nitida porcellana / mi chiede nella luce del sole / in un mattino di primavera: / Che posso fare di questi petali Gialli? Puoi mangiarli subito / ma senza cucinarli, risposi. /Sono teneri”.

I

Il suo nuovo volume di poesie bilingue Leon Asirio, tradotto da Laura Grange in spagnolo e pubblicato da Editorial Eva (Venafro, 1994), era stato già pubblicato nella prima edizione italiana di Leone assiro, nelle Edizioni Tracce di Pescara nel 1993. Questa nuova edizione, in elegant veste tipografica, contiene poesie brevi m espressive, tanto brevi che a volte ritornano ad un certo frammentismo novecentesco: promessa al navigante / questo aulire le rose / e di verbene. / E sale / il candido\ frullio del mare”. Uno stato d’animo, u paesaggio, un personaggio, un sentimenti bastano ad Enzo Bonventre per creare un poesia altamente lirica ed intimistica Spesso l’ironia bonaria serpeggia tra i vers in cui la parola essenziale riacquista il sin vero valore etimologico: “Leone assiro. Di pietra / intinto nel rosolio / pardon ne petrolio / e cullato al rumore sinistro . della guerra, /o bellezza del color mavì.”

La poesia di Enzo Bonventre si rivolgi pure al sociale, alla natura, alla licerci della solitudine e della libertà. Poesie quanto mai scandita che emerge da ur sottofondo culturale degno di encomio Venezia: “Riso di bimbi e ressa di piccioni / Venezia è di un ’epica bellezza / una gondola è sagoma /irriconoscibile /e dentro it felze / batte un cuore antico / dimentico l’ora/assorto/nell’ancestrale visione”.


Biografia di Enzo Bonventre

Enzo Bonventre è poeta novecentesco, ma per tensione morale e passione intellettuale ha incarnato il Romanticismo. Di formazione cosmopolita, è nato in una delle più belle città siciliane. Trapani, nel 1944.
Nella sua Trapani di antica nobiltà, Enzo Bonventre ha vissuto i primi trenta anni della sua vita in mezzo al popolo che lo amava.
Si è poi trasferito a Firenze, può essere considerato un fiorentino di ritorno.
A Firenze ha conosciuto Luca Rosi, Giuseppe Zagarrio e Mariella Bettarini.
Vive tra Cecina ( Livorno ) e Lastra a Signa ( Firenze ).
E’ forse il poeta italiano più tradotto e studiato nel mondo.
Nella sua poesia, come in quella di Mario Luzi. il dantismo è sostanziale.
Nel 1988 ha pubblicato con le Edizioni Tracce la silloge Okusiksak e nel 1993. con le stesse Edizioni, la silloge Leone Assiro.
Ha tradotto poeti francesi, tedeschi, argentini, olandesi, catalani, brasiliani, americani e scozzesi. Possiede una eccezionale conoscenza del latino.
Di tale Autore esiste una scheda bibliografica che può leggersi nel n. 109 del periodico “L’Aurelia” (Cecina, 2002).
E’ stato redattore del settimanale “Trapani Nuova” e si è interessato dell’origine siciliana dell’Odissea “Teoria Butler-Pocock” e della Delimitatio Templum Cadesti” di Sicilia. E’ stato borsista al Convegno Nazionale su Ungaretti (Napoli. 1988).
Nell’agosto del 1996 ha viaggiato a Balatonalmàdi.in Ungheria, dove ha partecipato come poeta invitato al secondo Congresso mondiale degli scrittori ungheresi. Dal 1996 Enzo Bonventre, che ha collaborato con note d’arte e numerose rassegne di cultura, è Deputy Governor AeW’American Biographical Institute Research Association.
Di recente Enzo Bonventre è tomato a dedicarsi agli studi filosofici, nei quali ha sempre eccelso.
E’ stato allievo, al Magistero di Palermo, del filosofo genovese Santino Caramella.
Una biografia di Enzo Bonventre, a cura di Emanuele Schembari. è inclusa nel “Dizionario degli autori italiani contemporanei” (Ragusa 1994).
Nel 2001 il poeta trapanese ha fondato a Cecina le Edizioni Kaekna per lo studio della letteratura italiana in Sicilia.

 

Testi di Enzo Bonventre:

 

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.