Edward Hopper

Edward Hopper

eHR1dGFqMTI=_o_edward-hopper-la-bande-annonceDa un mese guardo i quadri di Edward Hopper e sempre con maggiore interesse. E’evidente la rappresentazione umana e paesaggistica della realtà americana:case,strade, radure, interni di case e di alberghi. A volte la figura umana è rappresentata in una solitudine esistenziale:non vi è stasi ma atteggiamento al movimento. Chi  guarda le sue opere, fa la sua parte ed ha ben ragione di voler fantasticare sulle tante storie possibili delle figure rappresentate. Leggendo i quadri di Hopper si ha la sensazione di leggere dei libri, eppure mai E.H. cade nell’illustrazione, né tanto meno nella celebrazione. Guardare le opere impone una riflessione sempre più approfondita,una sorta di pensiero sulla vita pratica e sull’apparente perenne quotidianità del vivere di ogni giorno. Vederli rasserena:assolvono quindi ad una funzione umana  e sociale. Nella scelta realistica, le opere  non sono neutrali ma fanno riflettere su alcuni tagli interpretativi sulla società, su quella società che Hopper ha realmente conosciuto e con acutezza,  rappresentato.

maxresdefault

Massimo Occhipinti

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.