Poesie:Marsupi di Pietro Terminelli

Poesie:Marsupi di Pietro Terminelli

History: America …

I comici non fanno ridere,

il che è che se è il «Che Guevara»,

permanenza al Sud, rivolta in più paesi.

I Kennedy l’eccidio, la perlustrazione dell’occhio,

                                                                          la pupilla roteante impazzita della polizia impotente,

                                                                         la palpebra immobile distrutta, circostanza

                                                                        filo inarticolato

                                                                      sul fondo limaccioso  della palude.

                                                                     Il volto e il sangue le componenti

arte della fotografia, non pop,

negri pacifici delimitati, nel massacro,

marcia sulla spola in movimento della pace,

tragedia nei ghetti,

nella diffusa bandiera insalubre cartacea,

sussulto del colore disfatto.

 

Una colpa per i misfatti, segugi, l’altra faccia dell’America:

il volto disubbidisce, intreccia ira, ne desume le parti.

Il mondo ha esaminandi ed esaminati,

candidati alla protesta a tu per tu con la do­cenza:

 

                                                                 gli studenti proletario futuro nella disoccupa­zione,

                                                                ridotti al più impiegatucci del sistema.

                                                                 I Kennedy, la religione dei vinti,

                                                                 erano il gioco alla libertà di piccoli fantasmi,

                                                                 fanciulli ingigantiti, masturbati dai leghi, le leghe,

                                                               dispaccio continuo in arrivo a sorpresa.

 

 

  I poli, popoli organizzati, piacciono o dispiacciono,

allucinazione, lucida area boreale, ombre di marsupi spinte all’addiaccio.

 

PIETRO TERMINELLI

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.